La rivalutazione delle partecipazioni societarie e dei terreni è possibile anche per l’anno 2022. Lo prevede il decreto legge 1° marzo 2022 n. 17 (c.d. decreto”Energia”), che era stato approvato dal Consiglio dei Ministri dello scorso 18 febbraio. Con tale decreto, all’art. 29, è prevista la riapertura dei termini per la rideterminazione dei valori di acquisto dei terreni e delle partecipazioni ex artt. 5 e 7 della L. 448/2001.

Pertanto persone fisiche, società semplici, enti non commerciali e soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia potranno dunque di rivalutare il costo o valore di acquisto delle partecipazioni non quotate e dei terreni posseduti alla data del 1° gennaio 2022, al di fuori del regime d’impresa, affrancando in tutto o in parte le plusvalenze conseguite se le partecipazioni o i terreni vengono ceduti a titolo oneroso.

Per finalizzare, entro il 15 GIUGNO 2022 un professionista abilitato dovrà redigere e asseverare la perizia di stima della partecipazione o del terreno e il contribuente dovrà versare l’imposta sostitutiva del 14% (incrementata rispetto all’11% precedentemente previsto) per l’intero suo ammontare, ovvero (in caso di rateizzazione) limitatamente alla prima delle tre rate annuali di pari importo (si veda “Nel decreto energia proroga della rivalutazione delle partecipazioni” del 19 febbraio 2022).

a cura di Fernando Del Rosso

Innovation Manager & Dottore Commercialista

Home

Contattaci

Viale Pisa n. 45 Milano
Via E. Ruggiero 123 Caserta
E-mail:  aziendale@delrossoepartners.it;
Telefono: Tel. e Fax: 0287178916  – 0823.210474
SOCIAL: Whatsapp: 388 536706