La tanto attesa proroga della CIG è arrivata!! Infatti, è stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 151 del 16 giugno 2020, il D.L. n. 52 del 16 giugno 2020 avente ad oggetto “ulteriori misure urgenti in materia di trattamento di integrazione salariale, nonché proroga di termini in materia di reddito di emergenza e di emersione di rapporti di lavoro”.

Nello specifico il DL su richiamato prevede che:

  1. i datori di lavoro che abbiano fruito del trattamento di integrazione salariale ordinario, straordinario o in deroga, per l’intero periodo precedentemente concesso, fino alla durata massima di quattordici settimane, possano fruire di ulteriori quattro settimane anche per periodi decorrenti prima del 1° settembre 2020. Immutata è la durata massima di 18 settimane.
  2. i datori di lavoro che abbiano erroneamente presentato la domanda per trattamenti diversi da quelli a cui avrebbero avuto diritto o comunque con errori od omissioni che ne hanno impedito l’accettazione, indipendentemente dal periodo di riferimento, possano presentare la domanda nelle modalità corrette entro 30 giorni dalla comunicazione dell’errore nella precedente istanza da parte dell’amministrazione di riferimento.
  3. i termini per la presentazione delle istanze di regolarizzazione, di cui all’art. 103 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34. sono prorogati  al 15 agosto 2020 
  4. i termini per la presentazione delle domande per il Reddito di emergenza.sono prorogati  al 31 luglio 2020 

A parere di chi scrive, le misure su indicate rappresentano un palliativo ma non certo una soluzione definitiva.  Il Governo avrebbe dovuto prevedere la CIG sino al 31.12.2020 e soprattutto disciplinare i rapporti di lavoro successivamente alla cessazione del trattamento di integrazione, non presentandosi sufficiente né giustificato il blocco dei licenziamenti pur imposto.

avv. Maurizio Del Rosso